Come si diagnostica un'intossicazione da istamina?


Le manifestazioni cliniche dell'intossicazione riguardano l'apparato gastrointestinale (nausea, vomito, diarrea), il sistema nervoso centrale (vertigini, cefalea) e la cute (irritazione e/o rigonfiamento della pelle). Nei casi più gravi (rari) si può arrivare allo shock istaminico con ipotensione fino al collasso cardio-circolatorio. 
L'inizio della sintomatologia è rapido (20-30 minuti dall'assunzione dell'alimento) e i disturbi, abitualmente di lieve entità, si risolvono generalmente in breve tempo; solitamente durano meno 24 ore.

L’intossicazione, sebbene frequente, viene spesso diagnosticata come reazione allergica alimentare, ma la mancanza di precedenti reazioni allergiche al cibo implicato dovrebbe indurre il medico ad escludere l'allergia.

La terapia è essenzialmente sintomatica e prevede l’impiego di anti-istaminici e glucorticoidi. Nei casi più gravi viene somministrata adrenalina.